I misteri della vita dopo la morte.

Hai vissuto prima di questa vita ? Bella domanda. Cos’è la Reincarnazione ?

Da wikipedia:

“Per reincarnazione si intende la rinascita dell’anima, o dello spirito di un individuo, in un altro corpo fisico, trascorso un certo intervallo di tempo dopo la sua morte terrena.

Il termine reincarnazione è considerato sinonimo di metempsicosi ed è riferito in particolare al mondo culturale e religioso orientale e a movimenti spiritistici.[1] Si ritrova anche il termine con significato simile di metemsomatosi, letteralmente «passaggio da un corpo all’altro», che non si riferisce però all’anima umana, ma alla trasmigrazione in esseri animali.”

Concetto Filosofico solitamente ed erroneamente attribuito alle filosofie religiose orientali, lo troviamo anche nella filosofia occidentale. Viene indicata con il termine metempsicosi (dal greco antico μετεμψύχωσις metempsicosis, “passaggio delle anime”) intendendo la trasmigrazione dell’anima o dello spirito vitale dopo la morte in un altro corpo di essere umano, animale o vegetale.

Erodoto riferisce di una credenza nella metempsicosi presso gli egizi e ritiene che da questi si sia trasmessa ai greci. Gli storici hanno dimostrato che quanto riportato da questo autore non sia attendibile in quanto non è stata rinvenuta nessuna concezione simile alla metempsicosi nella religione egiziana.

Molto studiosi e ricercatori dichiarano che sia possibile ricordare le vite passate attraverso pratiche di Regressione Ipnotica o similari.

Nell’ambito dell’esercizio della professione medica, alcuni professionisti hanno riportato i risultati di estese ricerche basate sulla presunta regressione a vite passate, ottenuta con l’ipnosi o con tecniche di rilassamento guidato, nel corso delle quali i soggetti coinvolti descrivevano con notevoli dettagli esperienze di vita che si sarebbero svolte sino a diversi secoli, o anche millenni, anteriori alla loro nascita. Tra questi studiosi si possono ricordare:

Quest’ultimo ha effettuato uno studio in particolare sui bambini che affermano di ricordare vite precedenti. Nel suo saggio Life before Life: a scientific investigation of children’s memories of previous life,[37] egli descrive quarant’anni di ricerche compiute in tal senso. I bambini da lui analizzati provengono da ogni angolo del pianeta e da diverse tipologie di famiglia. L’età di questi bambini varia dai due ai sei anni, dopodiché tali ricordi verrebbero dimenticati. I ricercatori, una volta raccolte le testimonianze, sono andati personalmente nei posti indicati dai bambini ad incontrare le persone di cui avevano parlato, riscontrando, a loro dire, che avevano detto la verità.[38] Psicologi come Tucker analizzano i casi di centinaia di pazienti, e spesso per verificare le informazioni che i bambini ricordano devono interrogare almeno una cinquantina di persone diverse. Stevenson per primo fa notare che organizzare una truffa coinvolgendo più di cinquantamila persone è quantomeno difficile, se non impossibile.

Secondo la testimonianza di Jim B. Tucker, i bambini analizzati non usano mai l’espressione “vita precedente” pur descrivendo con chiarezza ciò che sarebbe loro avvenuto in passato. Un bambino turco, per esempio, avrebbe fornito molti dettagli circa la sua famiglia passata residente nella città di Istanbul, che si trovava molto lontano dal luogo dove abitava adesso, aggiungendo particolari di parenti avuti in passato, citando i loro nomi armeni assieme ai relativi indirizzi di casa. Ricordava anche i nomi della moglie e dei figli.

Non tutti i bambini però ricorderebbero le vite precedenti. Tucker avrebbe notato che nel 70% dei casi i bambini ricordano morti avvenute soprattutto in circostanze non naturali, quali incidenti, episodi traumatici improvvisi e morte violenta.

A fronte dei suoi vari esperimenti, che lo hanno portato a ritenere che la coscienza non sia un prodotto del cervello bensì dell’anima, e che quindi sia immortale, Jim B. Tucker non vuole usare il termine “reincarnazione”, pur affermando che tale possibilità non possa essere esclusa del tutto; egli preferisce parlare di prove concrete sulla sopravvivenza delle emozioni umane in presenza di specifiche circostanze.

Un altro grande studioso della reincarnazione fu L. Ron Hubbard che sviluppò una tecnica tutta sua di regressione, chiamata “Auditing”.

Insomma pare proprio che i concetti dell’aldilà, del paradiso e dell’inferno siano oramai obsoleti. Ma perchè molti reduci da esperienze di “pre morte” dichiarano di aver visto il paradiso se in realtà l’anima trasmigra da un corpo all’altro ? Nel mio libro: “Oblion – La Cospirazione” Propongo una interessante soluzione all’enigma.

Intanto vedetevi questa registrazione video di una seduta di regressione ipnotica che porta il soggetto, una ragazza, a descrivere fatti ed esperienze vissute molto prima di nascere in questa sua attuale vita.

Annunci

Un pensiero su &Idquo;I misteri della vita dopo la morte.

  1. Pingback: Indagini nella mente umana. Vite passate e Abductions – Prima parte. | Valerio Petretto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...